Widget Image
Posts Popolari
Seguiteci anche su:

HomeCategorieBonus Green MobilityAuto elettriche: tutto quello che c’è da sapere sulle colonnine liberamente accessibili – Quattroruote.it – Quattroruote

Auto elettriche: tutto quello che c’è da sapere sulle colonnine liberamente accessibili – Quattroruote.it – Quattroruote

Secondo l’Eafo, l’Osservatorio europeo per i veicoli ad alimentazione alternativa, in Italia sono presenti oltre 13.176 punti di ricarica pubblici, con una media di una colonnina ogni quattro elettriche o ibride plug-in. Rispetto al 2019, quando erano 9.176, le vetture “alla spina” sono finora cresciute del 42,7%: una percentuale destinata ad aumentare entro la fine dell’anno, nonostante l’emergenza coronavirus. Del resto, l’obiettivo è aumentare la disponibilità della ricarica: Enel X, che ha già installato oltre 10 mila delle colonnine citate, prevede di arrivare a 28 mila unità entro il 2022, di cui almeno 6 mila di tipo veloce.

Quota 60 mila. La spinta alla diffusione di nuovi punti di ricarica è arrivata anche dal recente decreto Semplificazioni, che ha ridotto da 18 a una le autorizzazioni necessarie per installare le colonnine. In più, come sancisce lo stesso provvedimento, tutte le aree di servizio autostradali e delle principali arterie extraurbane dovranno dotarsi di almeno un punto di ricarica, mentre i Comuni ne dovranno prevedere almeno uno ogni 1.000 abitanti. Il tutto si traduce in un target superiore alle 60 mila colonnine.

Cercare il rifornimento. Chi ha necessità di ricaricare l’auto può individuare l’infrastruttura più vicina avvalendosi di alcune app che sfruttano la geolocalizzazione del telefono. Tra queste c’è JuicePass, che consente di gestire la ricarica delle colonnine pubbliche della rete di Enel X, nonché delle infrastrutture di privati e aziende: dopo aver scelto il tipo di stazione, è possibile individuare il punto di ripristino sulla mappa, prenotare la ricarica e monitorarla a distanza. Volendo, l’app può anche sostituire la tesserina per attivare l’erogazione. 

Software utili. Tra le numerose applicazioni che permettono di individuare le colonnine ricordiamo Chargemap, PlugShare (che permette anche di condividere con altri utenti il proprio punto di ricarica) e NextCharge. Inoltre, si possono sfruttare i noti sistemi di navigazione di Mountain View, cioè Google Maps e Waze. Maps, disponibile in versione desktop e come app per iOS e Android, mostra i gestori, le unità disponibili, i connettori e la potenza dell’infrastruttura.

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte.

Rate This Article:
No comments

leave a comment