Widget Image
Posts Popolari
Seguiteci anche su:

HomeCategorieBonus Green MobilityBonus Bici: “Almeno in 300mila ancora in attesa del rimborso”. Lunedì riapre la piattaforma, intanto è cac… – la Repubblica

Bonus Bici: “Almeno in 300mila ancora in attesa del rimborso”. Lunedì riapre la piattaforma, intanto è cac… – la Repubblica

MILANO – La corsa al bonus mobilità con i noti problemi tecnici del debutto lascia questioni aperte per circa 300 mila cittadini che hanno acquistato le due ruote a pedali – senza considerare gli altri mezzi incentivati – dal 4 maggio in avanti ma che non sono riusciti a prenotare il rimborso al 60% (entro il limite di 500 euro). Dopo ventiquattro ore di maratona, come sappiamo i 215 milioni stanziati dal Ministero dell’Ambiente per l’operazione sono terminati. I dati diffusi dal dicastero alla chiusura del plafond dicono di un totale di oltre 590 mila utenti registrati, con quasi 260 mila buoni emessi e oltre 300 mila rimborsi richiesti.

Ad oggi, a chi avesse ancora una fattura o scontrino parlante per il quale chiedere il rimborso, il sistema nega il caricamento dei propri dati. Quanti potrebbero trovarsi in questa situazione? “La stima è che ci siano almeno altrettante persone che hanno acquistato una bicicletta e che potrebbero fare richiesta di rimborso”, dice Piero Nigrelli, responsabile del settore ciclo di Confindustria Ancma, l’associazione confindustriale di categoria. “Ed è una stima per difetto, visto che le vendite quest’anno potrebbero esser sul milione”. Quindi altre 300 mila persone, almeno, potrebbero effettivamente attivarsi per ricevere il 60% di quanto speso: quante quelle che sono riuscite a completare l’agognata procedura. Per il momento il portale https://www.buonomobilita.it/ non consente di caricare i documenti d’acquisto: si riesce ad accedere e autenticarsi con Spid, ma arrivati alla richiesta di rimborso o voucher si viene fermati da un altolà che ricorda la fine dei fondi.

Per costoro si profila una via prioritaria per l’accesso nei prossimi giorni. “Dato che ci sono stati incidenti tecnici e qualcuno non ce l’ha fatta ad avere il cosiddetto ristoro, ho deciso che dal 9 novembre al 9 dicembre, tutti coloro che sono rimasti fuori potranno fare richiesta iscrivendosi al portale”, ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, intervenendo su Radio Cusano Campus. “Al 10 dicembre saprò il plafond che manca per soddisfare tutte le richieste, lo metterò nel bilancio del Ministero e pagherò tutti”, ha aggiunto. Non ci saranno invece altri giri di voucher: “Coloro che invece non hanno ancora acquistato la bicicletta e vorranno farlo, da gennaio potranno usufruire dei vecchi benefici rottamando un veicolo più inquinante”, ha aggiunto Costa.

Ad oggi, infatti, mentre molti aspettano il rimborso ci sono ben 260 mila utenti che hanno in mano voucher fino a 500 euro per andare a fare shopping di mezzi dolci. “Si tratta di un numero di potenziali acquirenti assolutamente inedito per il mercato di novembre”, dice Nigrelli in riferimento al fatto che ci sono 30 giorni per spendere il buono e che di solito l’undicesimo mese dell’anno è – insieme a febbraio – quello più scarico per i commercianti del comparto. “Soltanto ieri ho ricevuto decine di telefonate di negozianti che a loro volta sono stati travolti dai contatti di potenziali acquirenti”. E’ difficile che tutta questa domanda si scarichi a terra, anche perché i magazzini sono già stati ‘assaltatì dallo shopping degli scorsi mesi e ricostituirli non è certo stato semplice in tempi di Covid.

Ritardi e false partenze: ecco il nostro tentativo per richiedere il bonus mobilità

Proprio su questo aspetto ‘gioca’ l’aspettativa del ministero, che potrebbe vedere tornare indietro fondi non spesi tra un mese e rimetterli quindi in circolo per rimborsare chi le biciclette, i monopattini e via dicendo li ha già acquistati. In ogni caso, tra fondi del proprio bilancio (160 milioni indicati al Ministero cui aggiungere gli introiti delle aste verdi) ed extra-stanziamenti nella Manovra (100 milioni), l’assicurazione data più volte da Costa è che tutti quelli che hanno effettuato acquisti verranno rimborsati.

“Quando si è diffusa sui social la notizia che il sistema aveva iniziato a erogare i voucher molti hanno dato l’assalto ai buoni, più per un fatto emotivo che razionale. Non tutti saranno davvero intenzionati a fare l’acquisto”, racconta Nigrelli ripercorrendo la giornata convulsa di martedì.

Circa la quale, oggi, Sogei ha precisato la tenuta della sua infrastruttura. Mentre un sito specializzato ricostruisce anche la presenza di attacchi hacker, la società informatica del Mef ha giustificato il tilt iniziale col fatto che “il provider di rete” – trattasi di Fastweb – “alcuni minuti prima della apertura del sito dedicato, ha rilevato un traffico anomalo e ha messo fuori connessione l’Azienda con la conseguenza che tutti i servizi erogati sono risultati irraggiungibili”. Dal provider in questione, secondo quanto ricostruito a Repubblica, si dettaglia però che non c’è stata interruzione della connessione. Si conferma che c’è stato un “traffico anomalo” dovuto a tentativi malevoli di sovraccaricare la rete che hanno generato un intervento proprio allo scopo di impedire questi attacchi, lasciando in funzione la piattaforma. Tanto che, si assicura, gli interventi sono andati a buon fine e “l’interruzione della funzionalità del sito è dipesa da altre cause”.

Stimare quanti voucher resteranno non spesi è più difficile, ma potrebbero rientrare decine di milioni di euro in gioco. “Ci sono anche comportamenti border line da monitorare: abbiamo notizia di cittadini che provano a fare incetta di voucher cercando poi di rimetterli sul mercato (sono stati segnalati annunci sui portali online, ndr), o altri utenti che si recano dai ciclisti chiedendo riparazioni per poi pagare con i buoni”. Cosa che ovviamente non si può fare. Sul punto, il minsitro Costa ha annunciato una speciale iniziativa della Guardia di Finanza volta proprio a evitare abusi e stanare i “furbetti” dei voucher.

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte.

Rate This Article:
No comments

leave a comment