Widget Image
Posts Popolari
Seguiteci anche su:
HomeCategorieEco BonusLe 10 ibride plug-in che costano meno – La Repubblica

Le 10 ibride plug-in che costano meno – La Repubblica

TORINO – Il futuro sarà elettrico, ma il presente delle basse emissioni è soprattutto plug-in ibrido. Del resto, chi usa l’auto prevalentemente in città e ha un box, uno spazio privato o aziendale dove poterla ricaricare può considerare l’acquisto di una vettura con la spina che non impone l’ansia da ricarica di un’elettrica pura in un paese come il nostro dove l’infrastruttura pubblica di ricarica ci pone al sedicesimo posto in Europa per colonnine ogni 100 km quadrati, secondo i dati dell’EAFO (European Alternative Fuel Observatory).

Le plug-in, che rientrano nella fascia di emissioni di CO2 da 21 a 60 g/km, oltre a usufruire dell’ecobonus statale di 2.500 euro, che salgono a 4.500 con rottamazione di un usato sino all’Euro 4, permettono di viaggiare in città a emissioni zero per percorrenze medie di 50 km. Godono inoltre di altri vantaggi come la riduzione della tassa di proprietà (bollo auto), parcheggi gratuiti in parecchie città e ingresso libero in alcune ZTL. Così non sorprende che da gennaio a giugno in Italia siano state immatricolate 37.937 vetture con la spina (di cui 35.522 con motore a benzina e solo 2.415 diesel), con una crescita del 1.418%. Le plug-in hanno così battuto le elettriche pure, cresciute “solo” del 511% a 30.348 unità, in base i dati dell’Unrae.

Ecco la top ten delle plug-in più economiche come prezzo scontato con rottamazione.

1. RENAULT CAPTUR E-TECH 160 Cv da 23.400 euro

La variante plug-in della crossover francese è l’ibrida con la spina più economica come prezzo e anche la più compatta, solo 4,23 metri di lunghezza. La versione Intens parte da 33.250 euro ma è in promozione a 23.400 (-9.850) con rottamazione. La motorizzazione E-Tech plug-in è composta da un 1.6 benzina 4 cilindri  aspirato da 91 cavalli abbinato a due unità elettriche per una potenza complessiva di 160 cavalli. La batteria da 9,8 kWh di capacità permette di viaggiare per circa 65 km in modalità elettrica in città e per 50 km nel ciclo misto e di ridurre le emissioni di CO2 a 32 g/km. Per una ricarica domestica occorrono 5 ore e circa due euro di spesa, mentre sfruttando una wallbox da 7,4 kW, o una colonnina, il tempo scende a 3 ore.

2. SEAT LEON 1.4 e-Hybrid 204 Cv da 26.950 euro

La Leon 1.4 e-Hybrid è il primo modello del corso green ed elettrificato della casa spagnola. Proposta nei due allestimenti top di gamma Excellence e FR, dispone di una potenza massima di sistema di 204cv derivanti dal 1.4 benzina da 150cv e il motore elettrico da 116cv abbinati al cambio automatico DSG a sei marce. Le batterie da 12,8 kWh assicurano un’autonomia in elettrico fino a 64 km ed emissioni di CO2 di 25 g/km nel ciclo WLTP. Per la ricarica completa occorrono 3 ore e 40 minuti disponendo di 3,6 kWh o poco meno di 6 ore con 2,3 kWh. Con gli incentivi per la rottamazione il prezzo per la cinque porte parte da 26.950 euro (-8.450), mentre per la Sportstourer bisogna aggiungere 750 euro.

3. KIA NIRO 1.6 GDi PHEV 141 Cv da 27.750 euro

Nata ibrida e diventata anche plug-in, la Niro impiega lo stesso motore 1,6 litri benzina a iniezione diretta abbinato a un pacco di batterie agli ioni di litio da 8,9 kWh e offre una potenza complessiva di 141 cavalli. Le emissioni di CO2 sono di 31 g/km e grazie agli incentivi statali, la versione entry level Urban con il pacchetto sicurezza è offerta a 27.750 euro con 8.500 euro di risparmio in caso di rottamazione. In modalità elettrica la Niro plug-in ha un’autonomia fino a 49 km nel ciclo combinato WLTP che – secondo la casa coreana – salgono a 65 km nell’ambito cittadino. I tempi di ricarica variano dalle 5 ore con una presa domestica alle 3 ore con le più potenti colonnine pubbliche.

4. FORD KUGA 2.5 PHEV 225 Cv da 28.250 euro

La terza generazione della Kuga, nata sulla nuova piattaforma condivisa con la Focus, è il primo modello dell’Ovale Blu ad essere offerto oltre che con tradizionali motori a benzina e diesel in tre versioni ibride: mild, full e plug-in. La variante ricaricabile combina un motore benzina aspirato da 2,5 litri a un motore elettrico per 225 cavalli totali e sfrutta una batteria agli ioni di litio da 14,4 kWh. La Ford promette da 56 a 68 chilometri in modalità elettrica nel ciclo WLTP con emissioni di CO2 di 32 g/km. Il prezzo di listino della Kuga plug-in in versione Connect è di 38.050 euro ma sottraendo 9.800 euro tra sconti ed ecobonus statale scende a 28.250, molto competitivo per un SUV lungo 4,6 metri capace di ospitare comodamente una famiglia di 5 persone e parecchi bagagli.

5. HYUNDAI IONIQ 1.6 PHEV 141 Cv da 28.650 euro

L’ibrida ricaricabile della famiglia Ioniq utilizza un motore 1.6 litri benzina da 105cv accoppiato ad uno elettrico da 61cv, quindi la potenza totale arriva a 141cv. Gli accumulatori del tipo litio polimero da 8,9 kWh permettono di viaggiare in modalità elettrica per circa 60 km e di ridurre le emissioni di CO2 a 26 g/km sfruttando anche un’aerodinamica molto efficiente (Cx di 0,24). Per una ricarica completa occorrono poco più di due ore e mezza presso le colonnine pubbliche e oltre cinque da una presa domestica. La Ioniq plug-in è offerta in due allestimenti Tech da 37.000 e Prime da 39.650, entrambi beneficiano di 8.350 euro di vantaggio con rottamazione. La garanzia è di cinque anni a chilometraggio illimitato, di 8 anni o 200.000 km sulla batteria. 

6. SKODA OCTAVIA 1.4 TSi iV 204 Cv da 28.850 euro

La Skoda ha introdotto sulla quarta generazione della Octavia il powertrain ibrido plug-in già utilizzato su altri modelli del Gruppo Volkswagen come Golf, Audi A3 e Seat Leon. Si tratta del 1.4 turbo benzina con 150cv accoppiato ad un’unità elettrica con 115cv che sviluppa in totale 204cv. La best seller boema percorre fino a 60 km in elettrico toccando i 140 km/h e le emissioni di CO2, che sono più basse rispetto agli altri modelli del Gruppo, si fermano a 17 g/km per la berlina e 23 g/km per la Wagon. Per la versione sportiva RS iV da 245cv le emissioni salgono invece da 25 a 27 g/km. I due allestimenti Executive e Style beneficiano di 8.150 euro di risparmio con gli incentivi e sono proposti a partire da 28.850 euro la berlina e da 29.900 la station.

 

7. JEEP RENEGADE 1.3 4xe 190 Cv da 29.950 euro

A identificare la variante con la spina del SUV americano made in Melfi la sigla 4xe per rimarcare l’identità a trazione integrale. Sotto il cofano un quattro cilindri 1.3 turbo benzina da 130cv (per Limited, Business e 80th Anniversario) e da 180cv (per S e Trailhawk) più un motore elettrico da 60cv alimentato da una batteria agli ioni di litio da 11,4 kWh, così la potenza totale del sistema raggiunge rispettivamente 190 e 240 cavalli. Nel ciclo urbano si riescono a percorrere circa 50 km, nei tratti extraurbani la media è di 35 e in fuoristrada si scende a 30. Le emissioni di CO2 variano da 48 a 53 g/km e la versione Limited in promozione a 29.950 euro beneficia di uno sconto di 9.200 compresi gli incentivi per la rottamazione.

8. CUPRA FORMENTOR 1.4 PHEV 204 Cv da 30.370 euro

La Cupra Formentor e-Hybrid da 204 cavalli rappresenta la versione d’accesso con la spina del Suv sportivo spagnolo e si affianca alla più potente VZ e-Hybrid da 245 cavalli. La versione base parte da 37.700 euro ma grazie agli sconti della casa e agli incentivi statali per la rottamazione viene offerta a 30.370 euro con 8.230 euro di risparmio. Il sistema ibrido plug-in è composto da un propulsore turbo benzina 1.4 da 150 cavalli, da un motore elettrico da 115 cavalli con cambio automatico DSG a sei rapporti e da una batteria agli ioni di litio da 12,8 kWh. La Casa spagnola dichiara un’autonomia in modalità completamente elettrica fino a 60 km, mentre le emissioni di CO2 misurate nel ciclo WLTP sono comprese tra 26 e 32 g/km per la 204 cv e tra 31 e 35 g/km per la variante più potente.

9. VOLKSWAGEN GOLF 1.4 TSi e-Hybrid 204 Cv da 31.000 euro

La Volkswagen ha allestito due Golf con la spina ma con un carattere distinto: la eHybrid più razionale ed economica e la GTE più dinamica e sportiva. Entrambe utilizzano il motore 1.4 turbo benzina da 150 cavalli abbinato a un cambio DSG a sei rapporti e a una batteria da 13 kWh ma variano le potenze, rispettivamente di 204 e 245 cavalli. Secondo il ciclo WLTP la GTE può percorrere fino a 52 chilometri in elettrico mentre la eHybrid sfiora i 70 km, mentre per il CO2 il range varia da 21 a 23 g/km. Per un “pieno” completo usando la normale rete domestica occorrono cinque ore, il tempo si riduce a tre ore e mezzo presso le stazioni pubbliche. La Golf eHybrid disponibile nel solo allestimento Style è offerta 31.000 euro con 7.500 euro di risparmio inclusi i contributi statali per la rottamazione. 

10. AUDI A3 SB 1.4 40 TFSI-e 204 Cv da 32.200 euro

La compatta dei Quattro anelli è offerta in due versioni ibride plug-in: la 40 e la 45 TFSi. Queste A3 Sportback utilizzano un propulsore benzina turbo da 1,4 litri da 150cv e 180cv che sfrutta due differenti unità elettriche, quella della 40 sviluppa 109cv e contribuisce a portare la potenza complessiva a 204cv mentre quella della 45 ha 90cv e innalza la potenza totale a 245cv. La percorrenza in elettrico varia da 61 a 67 km e le emissioni a seconda dell’allestimento da 24 a 29 g/km di CO2. Con rottamazione e incentivi statali il risparmio parte dai 8.050 euro della 40 base a 8.650 della 45 S Line Edition. 

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte.

Vota l'Articolo:
Nessun Commento

Lascia un Commento