Widget Image
Posts Popolari
Seguiteci anche su:
HomeCategorieBonus MobiliLuce e gas, figli, tv, decoder, terme, mutui: ecco tutti i bonus attivi e come richiederli – Tiscali.it

Luce e gas, figli, tv, decoder, terme, mutui: ecco tutti i bonus attivi e come richiederli – Tiscali.it

Dalle terme alle auto usate passando per le bollette di gas e luce e i figli disabili. Sono molti i bonus 2021 attivi, ecco l’elenco: Isee, scadenze, requisiti, importo.

Bonus prima casa under 36

Consente a chi possiede i requisiti di comprare un’abitazione con l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale. E qualche apertura in più, come la possibilità di avere l’agevolazione anche per l’acquisto di box, posti auto, cantine o altre pertinenze anche con atto separato, ed alcune chiusure già anticipate, come il mancato bonus sulle tasse che riguarda il contratto preliminare. Come averlo.

Bonus figli disabili 2021

Le famiglie con figli disabili a carico e che versano in determinate condizioni reddituali possono contare su un nuovo aiuto temporaneo in più, un contributo fino a 500 euro mensili per tre anni inserito nella legge di Bilancio 2021 e frutto di un decreto firmato ‘a quattro mani’ dai ministeri del Lavoro e dell’Economia. Si tratta di un contributo in parte retroattivo: la domanda da presentare, infatti, deve tenere conto delle mensilità non erogate durante il 2021. 

Bonus teatro e moda

Arrivano due provvedimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate con le istruzioni per beneficiare dei crediti d’imposta sia per il cd ‘bonus Teatro e Spettacoli’ che per quello ‘Tessile e Moda‘. Sono infatti pronte le istruzioni per fruire dei bonus introdotti dal Dl Sostegni e dal Dl Rilancio a favore di settori particolarmente colpiti dalla pandemia come quello delle attività teatrali e spettacoli dal vivo e quello del tessile, della moda e degli accessori.

Bonus telefono e internet

Telefonia fissa, mobile e internet: esiste un bonus? Gli sconti ci sono perché le ha previste l’Autorità garante per le Comunicazioni (l’Agcom), le ha sostenute il Governo e le hanno applicate gli operatori del settore, ciascuno a modo suo fa sapere laleggepertutti.it. L’Agcom, con una delibera di qualche anno fa, ha stabilito delle nuove agevolazioni telefoniche per i meno abbienti, categoria nella quale, molto spesso, rientrano anziani e disabili. Riguardano non solo il telefono fisso o mobile ma anche la connessione a Internet. 

Bonus auto usate

Chi ha bisogno di comprare una macchina nuova e ha intenzione di prenderne una usata, può prenotare il bonus che consente di avere uno sconto sull’acquisto del veicolo da 750 a 2.000 euro. Ma i soldi stanziati dal Governo per questa operazione non sono infiniti: sono 40 milioni di euro. Come funziona.

Assegno unico figli 2021, o assegno unico universale

Come funziona? Qual è l’importo? Legato all’Isee, sarebbe dovuto partire dal 1° luglio 2021 ma diventerà operativo soltanto a partire dal 2022: per ora è disciplinato soltanto dalla legge quadro, che ne regolamenta i principi generali e rinvia a successivi decreti attuativi la definizione della disciplina di dettaglio ricorda laleggepertutti.it. Beneficio economico attribuito a tutti i nuclei familiari con figli a carico, dal settimo mese di gravidanza sino al compimento deli 21 anni, spetta anche per i figli inabili a carico, a prescindere dall’età. Chi lo può richiedere.

Bonus occhiali 2021

La Manovra 2021 ha istituito il Fondo per la tutela della vista e stanziato 15 milioni di euro per i prossimi tre anni per aiutare chi deve comprare gli occhiali. Una vera novità, prevista per aiutare le famiglie che hanno Isee molto modesti e tutelare, in questo periodo di emergenza sanitaria, anche la vista. Chi può averlo.

Bonus TV e rottamazione

Ha un valore fino a 30 euro, è un’agevolazione per l’acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC) che diventeranno operativi a partire dal 2022, nonché per l’acquisto di decoder per la ricezione satellitare. Il Bonus TV – Decoder è disponibile fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate ed è riservato alle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro. Lo stanziamento complessivo previsto per il fondo unico del Bonus rottamazione tv e Bonus Tv – decoder è pari a circa 250 milioni di euro. Ma non solo c’è anche il bonus rottamazione Tv che onsiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino ad un importo massimo di 100 euro. La rottamazione può essere effettuata direttamente presso i rivenditori aderenti alla iniziativa presso cui si acquista la nuova televisione, consegnando al momento dell’acquisto la TV obsoleta. 

Bonus terme

L’agevolazione, di cui si potrà beneficiare prenotando i servizi termali di proprio interesse presso uno stabilimento prescelto, coprirà fino al 100% del servizio acquistato, fino a un valore massimo di 200 euro. L’eventuale parte eccedente del costo del servizio sarà a carico del cittadino. Ma chi può richiederlo? E da quando sarà attivo? Tutto quello che c’è da sapere. 

Bonus luce e gas 2021

Anche nel 2021 le famiglie in condizioni di disagio economico potranno fruire di uno sconto sulle bollette di gas e luce. In particolare, dal primo gennaio 2021, tale bonus diventa automatico per chi possiede determinati requisiti Isee e di numerosità del nucleo familiare. Il valore dello sconto dipende proprio dal numero di componenti della famiglia beneficiaria. Come averlo.

Bonus ristrutturazioni ed ecobonus

Sono rifinanziati fino al 2021, ma c’è già l’accordo per una proroga anche nel 2022. Sulle ristrutturazioni la detrazione è del 50% da spalmare in 10 anni nella dichiarazione dei redditi. Il tetto complessivo a 96mila euro per unità immobiliare. Per l’ecobonus classico lo sconto è invece del 65% e riguarda gli interventi di efficientamento energetico che non rientrano nel superbonus (ad esempio le caldaie dei singoli appartamenti se non ‘trainate’ dall’attivazione del 110% per altri interventi)

Bonus facciate

Scade a fine anno e, tranne ripensamenti sempre possibili durante l’esame della manovra da parte del Parlamento, non sarà prorogato per tutti. L’ultima novità – che deve trovare conferma nel testo finale – è che chi avrà pagato il 10% dei lavori sfruttando lo sconto in fattura con un’impresa o la cessione del credito potrà usufruirne anche per i lavori del 2022. “La caratteristica di questo bonus – afferma l’architetto Pistolesi – è che la detrazione è al 90%, più alta di quella per le ristrutturazioni, non ha un tetto di spesa e richiede meno burocrazia rispetto al superbonus. Non serve ad esempio l’asseverazione della regolarità urbanistica degli immobili”. Cosa accade a chi non riuscirà a rispettare la scadenza di fine anno? L’intervento rientrerà nel bonus ordinario al 50% oppure bisognerà fare il ”cappotto energetico” – insomma non basterà una tinteggiatura – per far salire lo sconto al superbonus.

Il superbonus

Al momento il superbonus al 110% è finanziato per tutto il prossimo anno solo per i condomini e per le case Iacp (o equivalenti). Per le unità immobiliari unifamiliari e le ville scade invece il 30 giugno, cioè entro quella data devono essere fatti i pagamenti. La strada che il governo sembra intenzionata a seguire è di una proroga al 2023 solo per i condomini, con l’ipotesi di un successivo decalage al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. La caratteristica del superbonus è che se viene attivato ”attrae” nello sconto al 110% anche interventi che rientrano bel bonus ordinario di ristrutturazione: ad esempio per le finestre o le caldaie dei singoli appartamenti, oppure – pensando ai condomini – per gli ascensori, il vano scale e le altre parti comuni.

Il Sismabonus

Serve per gli interventi che migliorano gli immobili e cambia a secondo se si tratta di unità singole o condomini e a seconda di quanto viene migliorata di due gradini la classificazione sismica dell’immobile. Per le singole unità immobiliari lo sconto è del 50, 60 o 70%; per i condomini al 75 o all’85%, proprio a seconda dei lavori. 

Giardini e mobili

Consente uno sconto del 36% fino ad un massimo di 5.000 euro sulle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private, impianti di irrigazione e pozzi. Sarà rinconfermato anche il bonus mobili che si attiva solo se l’immobile per il quale si fanno gli acquisti è interessato da interventi di ristrutturazione: la detrazione è al 50% fino a 10.000 euro di spesa per acquisto anche di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni).

 

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte.

Rate This Article:
No comments

leave a comment