Widget Image
Posts Popolari
Seguiteci anche su:

HomeCategorieEco BonusManovra: dalle partite Iva all’ecobonus 110%, tutte le novità – FIRSTonline

Manovra: dalle partite Iva all’ecobonus 110%, tutte le novità – FIRSTonline

Dall’ecobonus al 110% agli incentivi per l’acquisto di auto elettriche, passando per a cassa integrazione per le partite Iva, l’aumento delle tasse sulle sigarette elettroniche e l’assunzione di medici e infermieri per le vaccinazioni anti-Covid. Sono tante le novità dell’ultim’ora confluite nella manovra con il pacchetto di emendamenti approvato domenica dalla commissione Bilancio della Camera. Il testo, che vale in tutto circa 40 miliardi, passerà all’esame dell’Aula martedì, per poi arrivare blindato al Senato. Ulteriori modifiche a Palazzo Madama non saranno possibili perché già con i tempi attuali non si riuscirà ad approvare la manovra prima di Natale: nuovi passaggi parlamentari farebbero slittare il via libera oltre Capodanno, costringendo il nostro Paese all’esercizio provvisorio (che di per sé non sarebbe una tragedia, ma rappresenterebbe un pessimo segnale agli occhi dell’Europa e dei mercati).

Ecco le principali novità confluite nella legge di Bilancio.

CIG PER LE PARTITE IVA

Via libera alla Cig per i lavoratori autonomi: si chiama Indennità di continuità reddituale e operativa (Iscro) e prevede un assegno da 250 a 800 euro al mese per 6 mesi per chi abbia subito perdite del 50% rispetto ai tre anni precedenti e abbia dichiarato un reddito non superiore a 8.145 euro. Per chiedere l’agevolazione, tuttavia, occorre avere una partita Iva aperta da almeno quattro anni. L’Iscro sarà pagata dall’Inps e al momento ne avranno diritto solo i lavoratori autonomi della gestione separata dell’ente di previdenza, ma il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha già annunciato di volerla estendere alle casse previdenziali private.

ECOBONUS 110% FINO AL 2022, MA NUOVI LAVORI ENTRO GIUGNO

Il superbonus al 110% (che comprende ecobonus 110% e sismabonus 110%) viene prorogato fino alla fine del 2022. Sono previste tre fasce:

  1. I condomini, per avere diritto alla detrazione sui lavori effettuati nella seconda metà del 2022, dovranno completare almeno il 60% dell’intervento entro giugno 2022.
  2. Le case unifamiliari e quelle con accesso autonomo dovranno concludere i lavori entro giugno 2022.
  3. Gli Iacp (cioè le case popolari) che a dicembre 2022 hanno completato il secondo stato di avanzamento dei lavori avranno tempo per chiudere il cantiere fino a giugno 2023.

ECOINCENTIVI E BONUS PER MEZZI ELETTRICI E IBRIDI

Un emendamento alla manovra rifinanzia la misura prevista dai decreti Rilancio e Agosto, aggiungendo agli incentivi già in vigore altre due agevolazioni:

  1. un bonus di 2mila euro per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi;
  2. un bonus da 1500 euro per l’acquisto di veicoli euro 6 di ultima generazione.

TURISMO: GLI AIUTI IN ARRIVO

Le novità per il settore del turismo sono quattro:

  1. esenzione della prima rata Imu (che vale anche per il comparto dello spettacolo);
  2. estensione al 30 aprile 2021 del credito d’imposta al 60% sull’affitto di immobili destinati a imprese turistico-ricettive (ne potranno beneficiare anche agenzie di viaggio e tour operator);
  3. 100 milioni in più al fondo per il settore turistico istituito con il decreto Rilancio;
  4. 20 milioni stanziati per le agevolazioni fiscali sui lavori di riqualificazione delle strutture ricettive turistico alberghiere.

LE MISURE PER LA FAMIGLIA

Quattro le principali misure in tema di politiche per la famiglia.

  1. 5 milioni per il 2021 al Fondo per le politiche della famiglia (soldi da impiegare per favorire il rientro delle donne in azienda dopo il parto);
  2. 500mila euro, sempre per il 2021, alle associazioni che offrono assistenza psicologica ai genitori che devono affrontare il lutto per la perdita di un figlio;
  3. il congedo di paternità obbligatorio e facoltativo viene esteso ai casi di morte perinatale;
  4. cinque milioni l’anno per tre anni per aiutare le coppie con infertilità e sterilità che vogliono accedere alla procreazione medicalmente assistita.

SIGARETTE ELETTRONICHE E TABACCO RISCALDATO: LE TASSE AUMENTANO

L’aliquota fiscale sul liquido con nicotina per le sigarette elettroniche salirà al 15% dal primo gennaio 2021, per poi passare al 20% nel 2022 e al 25% nel 2023. Per i liquidi senza nicotina, invece, il rincaro sarà meno pesante: 10% nel 2021, 15% nel 2022 e 20% nel 2023.

SUGAR TAX: NUOVO RINVIO

La tassa sulle bevande zuccherate – una misura molto controversa – entrerà in vigore solo dal primo gennaio del 2022.

PIANO VACCINI: ASSUNZIONI DI MEDICI E INFERMIERI

Nell’ambito del piano vaccini anti-Covid, un altro emendamento alla legge di Bilancio dà il via libera all’assunzione per nove mesi (da gennaio 2021) di 3mila medici e 12mila infermieri e assistenti sanitari. Alla campagna di vaccinazioni prenderanno parte anche i medici specializzandi, fin dal primo anno.

Quanto al tabacco riscaldato, la tassazione aumenterà nel 2021 al 30% dell’accisa sulle sigarette tradizionali, e poi ancora al 35% nel 2022 e al 40% nel 2023.

PERSONALE SANITARIO E SOCIO-SANITARIO: MINI-FONDO PER LE INDENNITÀ

Stanziati 200 milioni in due anni per le indennità al personale sanitario e sociosanitario (professioni della riabilitazione, ostetriche, della prevenzione, tecnico-sanitarie, assistenti sociali).

AEROPORTI

La manovra istituisce un fondo da 500 milioni per aiutare i gestori degli aeroporti e le società che si occupano dell’assistenza a terra (handling). Inoltre, il ministero dei Trasporti potrà erogare subito, come anticipazione, fino a 315 milioni di euro ai gestori aeroportuali e fino a 35 milioni di euro alle imprese di handling che ne facciano richiesta.

ZONE ALLUVIONATE NEL 2019 E NEL 2020

Per il 2012 vengono stanziati 100 milioni in favore delle zone colpite da alluvioni nel 2019 e nel 2020. I fondi potranno essere usati per lavori di riduzione del rischio, per ripristinare le strutture danneggiate e per aiutare le attività economiche danneggiate.

DOPPIO BONUS IDRICO

Un emendamento alla manovra istituisce un doppio bonus idrico:

  1. un credito d’imposta del 50% per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzaizone, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica (fino a un massimo di mille euro per le abitazioni private e di 5mila per gli esercizi pubblici);
  2. istituzione di un Fondo per il risparmio di risorse idriche, che nel 2021 avrà in pancia 20 milioni per concedere alle persone fisiche un bonus di mille euro sulla sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia con apparecchi che limitano il flusso d’acqua.

BONUS MOBILI: IL TETTO SALE A 16MILA EURO

Il tetto per il bonus mobili sale da 10mila a 16mila euro. La detrazione rimane pari al 50% delle spese documentate per l’acquisto di mobili in occasioni di ristrutturazioni edilizie.

IMPRESE AGRICOLE: UN CREDITO D’IMPOSTA PER L’E-COMMERCE

Il credito d’imposta del 40% per il sostegno del made in Italy viene esteso anche alle imprese agricole che realizzano o ampliano infrastrutture informatiche per l’e-commerce.

NO PROFIT: SOPRAVVIVE L’ESANZIONE IVA

Un emendamento tiene in vita l’esenzione Iva per l’acquisto di beni e servizi da parte delle attività no profit, cancellando l’articolo 108 della manovra in tema di “adeguamento della normativa Iva”.

CREDITO DI IMPOSTA AL 40% PER GLI CHEF

Previsto anche un credito d’imposta del 40% sugli acquisti di beni strumentali o di corsi di aggiornamento professionale per gli chef, attraverso un fondo ad hoc di un milione di euro l’anno per tre anni.

IMPRENDITORIA FEMMINILE: IN ARRIVO FONDO DI VENTURE CAPITAL

Spunta anche un fondo di venture capital da tre milioni per progetti di imprenditoria femminile a elevata innovazione tecnologica.

AREE EX CASSA DEL MEZZOGIORNO: NUOVI AIUTI

Stanziati 136 milioni in più in 3 anni (48 milioni per il 2021, 43 per il 2022 e 45 per il 2023) per il Fondo di sostegno ai comuni marginali. L’obiettivo è sostenere le attività economiche e contrastare la deindustrializzazione e dell’impoverimento del tessuto produttivo. I fondi andranno alle aree coperte dalla ex cassa del Mezzogiorno che non beneficiano della decontribuzione al Sud.

15 MILIONI ALL’INDUSTRIA TESSILE

Disco verde per 15 milioni in tre anni a sostegno dell’industria del tessile.

ACQUA NELLE ISOLE MINORI

In arrivo un Fondo da 4,5 milioni di euro annui per i prossimi tre anni per favorire l’approvvigionamento idrico dei Comuni delle isole minori con meno di 15mila abitanti. Inoltre, aumenta di 1,5 milioni annui per il triennio 2021- 2023 il Fondo per gli investimenti nelle isole minori destinato a finanziare progetti di sviluppo infrastrutturale o di riqualificazione del territorio.

CANNABIS TERAPEUTICA: RADDOPPIANO I FONDI

Raddoppiano i fondi per la produzione (3,6 milioni) e l’importazione (700mila euro) della cannabis terapeutica nel 2021.

Link all’articolo Originale tutti i diritti appartengono alla fonte.

Rate This Article:
No comments

leave a comment