Widget Image
Posts Popolari
Seguiteci anche su:

HomeCategorieSuper Bonus 110Perché secondo l’Eurostat il Superbonus è un credito d’imposta “non pagabile”

Perché secondo l’Eurostat il Superbonus è un credito d’imposta “non pagabile”

Perché secondo l'Eurostat il Superbonus è un credito d'imposta "non pagabile"

Indice dei contenuti

Il Superbonus, un’agevolazione fiscale introdotta dal governo italiano per incentivare i lavori di efficientamento energetico e miglioramento sismico degli edifici, ha subito significative modifiche con la riforma del 2024

La nuova classificazione del Superbonus come “non pagabile”

Il Superbonus maturato dopo l’adozione della riforma contenuta nel decreto-legge di marzo 2024 e poi convertito in legge a maggio, secondo Eurostat deve essere registrato nei conti pubblici come credito d’imposta “non pagabile”. Questa classificazione rappresenta un cambiamento significativo rispetto agli anni precedenti, dove il Superbonus era considerato un credito d’imposta “pagabile”.

Impatto sui conti pubblici, cosa cambia tra “pagabile” e “non pagabile”

La differenza principale tra un credito d’imposta “pagabile” e uno “non pagabile” risiede nel modo in cui questi vengono contabilizzati nei conti pubblici. Un credito d’imposta “pagabile” incide immediatamente sul deficit pubblico dell’anno in
…continua a leggere

Tutti i diritti dei contenuti presenti in questo articolo sono della fonte e vengono riportati solo per “diritto di breve citazione” (art. 70 Legge n. 633/1941), indicando sempre la fonte, con relativo link al sito di provenienza. Leggi il Disclaimer.

Link all’articolo Originale.

Rate This Article:
No comments

leave a comment